Prima fase della missione: ANNUNCIO MISSIONARIO

Domenica 3 dicembre: Mandato catechisti – Presentazione del Progetto “Adotta il prossimo”

  • Progetto “Adotta il prossimo”. A partire da questo anno, si dovrà identificare un ragazzo della comunità cui la stessa dedicherà il suo tempo. Si sottolinea a riguardo che lo scopo di questa iniziativa non deve essere quella di occuparsi del giovane saltuariamente, con azioni estemporanee e non durature, quanto piuttosto di seguire da vicino la vita e lo sviluppo del giovane individuato prevedendo di seguire passo passo la sua formazione culturale, umana e spirituale. A turno e secondo un programma  redatto  ad inizio dell’attività e poi via via arricchito, verificato e migliorato nel tempo, i vari soggetti della comunità coinvolti dovranno seguire la risorsa ed aggiornare la stessa circa le difficoltà, i miglioramenti e le impressioni che stanno ricavando dall’esperienza. È bene precisare che questa attività deve essere svolta con lo spirito di chi intende donare se stesso ed il proprio servizio all’intero territorio, ponendosi nell’ottica di chi vuole imparare piuttosto che insegnare.

Nel corso della prima settimana di Avvento inizierà la prima fase della Missioni Popolare: 40/50 missionari visiteranno entro sabato 17 febbraio 2018 le famiglie che si sono insediate o formate a Pontecitra, consegnando a ciascuna famiglia un depliant contenete alcune info relativamente alla missione e circa gli appuntamenti (essenziali!).  

È preferibile costituire gruppi almeno di due persone. Ad ogni coppia sarà affidata una zona e la visita sarà preceduta da avvisi lasciati nelle buche della posta o attaccati alle bacheche dei palazzi; una sorta di volantinaggio con cui avviseremo che in una tal settimana, presumibilmente la sera, passeranno i Missionari mandati dalla Parrocchia. Sarà cura dei Missionari attaccare per tempo tali volantini, come chiedere la disponibilità di realizzare in seguito un centro d’ascolto presso l’abitazione vistata. A costoro sarà richiesto altresì di partecipare almeno ad un incontro formativo e informativo venerdì 6 ottobre 2017 ore 19,30 presso il salone parrocchiale

  • Nota1: I missionari impegnati a divulgare le intenzioni e le attività che verranno fuori da questi incontri, laddove non ci fossero le condizioni adatte, si limiteranno a consegnare il volantino delle attività programmate e a sottolineare la necessità di prendervi parte attiva. Laddove invece si riscontrassero forme di accoglienza più calorose o si intravedessero manifestazioni di interesse particolarmente significative, sarà richiesto loro di intavolare una presentazione più dettagliata delle attività che si intende sviluppare. Il fine di queste presentazioni dovrà essere quello di responsabilizzare le singole famiglie richiedendo la loro attiva partecipazione alla vita della parrocchia. Si dovrà dunque insistere sul fatto che il modello di vita di comunità che si intende realizzare è un’occasione da non sprecare, specie in un contesto sociale in cui ciascuno viene abbandonato al proprio destino
  • Nota2: Al fine di evitare di trasformare questo incontro con le singole famiglie un’occasione di sfogo e di lamento delle indubbie e già certificate difficoltà dei singoli, si dovrà precisare che non abbiamo gli strumenti per risolvere nessuno dei loro problemi, possiamo solo garantire la volontà di stabilire con loro un contatto per costruire qualcosa di utile che al momento non c’è. Ben chiaro dovrà essere per questo che la chiesa non è solo il luogo in cui si può attingere conforto spirituale, risorse ed ascolto ma soprattutto lo spazio nel quale ognuno mette a servizio della comunità il proprio talento e la propria capacità professionale. Non si è venuti ad offrire assistenza gratuita ed incondizionata, ma a valutare insieme la possibilità di integrazione partecipata. Non si chiede e non si offre elemosina, piuttosto si invita tutti a divenire parte attiva delle questioni vive del territorio.
  • Nota3: Allo scopo si pensava ad una sorta di questionario nel quale si raccoglieranno i contatti più interessanti specificando magari quali tipi di servizi o prestazioni gli stessi possono offrire. Nella scheda si chiederanno altresì i contatti telefonici al fine di creare una rubrica telefonica con tutti i numeri delle persone della parrocchia e inviar loro eventuali sms relativi agli appuntamenti della missione. Il questionario sarà utile altresì a realizzare una mappa socio-topografica. La realizzazione della stessa e l’eventuale utilizzo sarà a cura di Carmen Monda e Maria Carmela Romano (psicologa)

Domenica 31 dicembre Festa della Sacra Famiglia ore 10,30 Celebrazione Eucaristica con tutte le famiglie visitate, rinnovo delle promesse coniugali e benedizione delle famiglie